Allegri: «Scudetto? Sarà una Serie A più complicata»

allegri conte
© foto www.imagephotoagency.it

In occasione dello sbarco negli Usa, il tecnico juventino ha fatto il punto sulle questioni che tengono banco in casa bianconera

Massimiliano Allegri è pronto ad essere in condottiero della Juventus per la quarta stagione consecutiva. Il tecnico toscano, infatti, rimarrà sulla panchina bianconera, dove si porrà come obiettivo quello di portare a casa il quarto scudetto consecutivo, questa volta senza uno dei pilastri difensivi come Leonardo Bonucci: «I giocatori a volte sentono la necessità di cambiare: Bonucci ha comunicato questa scelta alla società e ha deciso di andarsene. Quest’anno la Serie A sarà più complicata: non soltanto il Milan, ma anche la Roma e il Napoli si sono rinforzate e quindi credo che avremo avversarie ancora più competitive nella corsa al titolo».

CARDIFF E IL MERCATO – Inevitabilmente, Allegri ha voluto anche fare un passo indietro e tornare alla maledetta notte di Cardiff del 3 giugno: «Su ciò che è successo in finale di Champions ho sentito tante di quelle fantasticherie che non avrebbe avuto neanche il regista di un film. Ciò che mi dispiace di più è che alla luce della sconfitta contro il Real non abbiamo neanche festeggiato a dovere due successi importanti come quelli in campionato e in Coppa Italia». Per ciò che concerne il mercato, il mister bianconero è rammaricato per il mancato approdo di Schick: «Mi spiace che non sia arrivato, in quanto è un attaccante giovane e che fa cose incredibili per la sua età. Dybala? Non so se il Barcellona perderà Neymar, ma, qualunque cosa accada, sono sicuro che Paulo resterà alla Juventus».