Cessione Pogba, la Fifa indaga sulla Juventus

pogba
© foto www.imagephotoagency.it

La Fifa conferma l’indagine in corso in merito alle modalità di cessione del giocatore francese, la società bianconera si dichiara tranquilla e fa sapere a Sky Sport che si tratta semplicemente di atto formale di notifica sulla scorta degli approfondimenti fatti nei mesi scorsi

La FIFA starebbe indagando da un mese a questa parte in merito alle modalità di cessione di Paul Pogba, passato nel corso dell’estate 2016 dalla Juventus al Manchester United per una cifra superiore ai 100 milioni di euro. In particolare ciò che verrebbe contestato alla società bianconera e all’agente del fuoriclasse francese Mino Raiola sarebbero i compensi ricevuti dal procuratore che di fatto andrebbero a cozzare con il regolamento del TPO (third-part ownership), secondo le quali è espressamente proibito che il cartellino di un calciatore possa essere in possesso di una terza parte oltre a un club e al giocatore stesso, in virtù dell’accordo siglato da Beppe Marotta con l’agente italo-olandese tre settimane prima della cessione del giocatore. La sanzione prevista in caso di provata colpevolezza? Il blocco del mercato per una o più sessioni.

JUVENTUS SERENA – La Juventus ha reagito alla vicenda con estrema serenità, e ha comunicato – attraverso Sky Sport – la più totale tranquillità per quanto concerne gli sviluppi dell’indagine, trattandosi di un semplice atto formale di notifica avviato sulla scorta degli approfondimenti fatti nei mesi scorsi e sulla base del quale i legali juventini faranno le loro contro deduzioni.

 

Condividi
Articolo precedente
Enrico AimanEnrico Heiman: «Donnarumma? Un burattino nelle mani di Raiola»
Prossimo articolo
moise keanIl padre di Kean contro Juve e Raiola: «Ancora nessuna firma»