Keita alla Juve? Una frase di Marotta getta una nuova luce

keita
© foto www.imagephotoagency.it

I rumors continuano ad associare Keita alla Juventus: Beppe Marotta parla delle strategie di mercato Juve: «Valutiamo solo due tipi di giocatori…»

La telenovela Keita-Juve, con l’inserimento di Lotito, non accenna ad attenuarsi. Ma la bufera è tutta in casa biancoceleste dove in calciatore ha rifiutato le varie proposte di trasferimento avanzatigli dal club. La cosa ha fatto alterare il patron Lotito che teme un accordo privato già stretto con la Juve. Da qui anche le scintille tra lui e Marotta, anche se la posizione dell’ad bianconero è stata chiara: non si tratta un giocatore, surclassando la società.

Marotta in realtà aveva già fatto chiarezza qualche tempo prima. «Noi cerchiamo di prendere due tipologie di giocatori» aveva riferito a Tuttosport. «O un campione già affermato a livello internazionale come Higuain, Khedira o Dani Alves oppure un talento che noi crediamo possa diventare un campione». Keita rientrerebbe di diritto nel secondo caso.

A questo proposito però l’amministratore delegato bianconero si era spinto oltre. «Al giorno d’oggi il talento non basta più. Accanto alle qualità tecnico-tattiche il ragazzo deve dimostrare di avere anche dei valori umani, insomma una mentalità vincente. Ci vuole qualità ed intelletto».

I casi Dybala e Schick ricalcano questa scia: giovani, talentuosi e ineccepibili dal punto di vista comportamentale. La stessa cosa, leggendo fra le righe, non si può dire per Keita. Dalla “lite” in campo durante Lazio-Pescara, quando fu redarguito da capitan Biglia ad atteggiamenti sopra le righe, anche fuori dal campo (con tanto di auto extralusso distrutta). Episodi che, come ribadito da Marotta, pesano lo stesso nella valutazione di un giocatore.

Condividi
Articolo precedente
leminaLemina, quanto vale? Incontro con gli emissari inglesi
Prossimo articolo
douglas costaJuve alla stretta finale per Douglas Costa, ma l’affare si blocca