Moggi durissimo «Bonucci? Gli avrei detto di non rompere i c…»

moggi
© foto www.imagephotoagency.it

Luciano Moggi attacca il difensore della nazionale. L’ex dirigente bianconero non perdona Leonardo Bonucci

Non l’ha presa benissimo Luciano Moggi, esattamente come i milioni di tifosi bianconeri sparsi per tutto il mondo. D’altra parte, quando vedi colui che consideravi una bandiera trasferirsi in una rivale storica, un bel po’ di disappunto e più che comprensibile. Moggi, comunque, in un’intervista rilasciata a Tuttosport non le ha certo mandate dire: «Non ci credevo, dico la verità. Bonucci al Milan non l’avrei mai dato. Mi dicono che la moglie di Bonucci non è voluta andare all’estero. Io avrei detto giocatore: ‘O vai all’estero, o stai qua e non rompi i c… punto. Cessione a una rivale? E’ la dimostrazione che un giocatore quando fa cinque anni di contratto se va male vuole restare, se va bene invece fa scelte di vita. Non credo alle bandiere, sono tutti professionisti. Questo è un male del calcio. Come nel caso della politica quando voti uno di Forza Italia e poi te lo ritrovi al PD. Concetto magari estremizzato, ma è così. Purtroppo. Chi al suo posto? Caldara è il miglior giovane difensore italiano in circolazione. Probabilmente rientrerà lui. E poi la Juventus prenderà De Sciglio. Bonucci era il più giovane del reparto difensivo, tolto Rugani s’intende. Ora compri Douglas Costa che è una mezza punta. Ma se non hai il supporto da dietro diventa un problema. A meno che Marchisio non rientri dimostrando di essere quello che era prima. Non si può criticare né dire che la Juve ha fatto bene a cedere Bonucci, anche perché non sappiamo cosa sia successo. A livello tecnico però è una grande perdita».

Condividi
Articolo precedente
szcesnyJuve, preso Szczesny: trattativa ai dettagli
Prossimo articolo
alex-sandroJuve, ecco le buone notizie: Alex Sandro rinnova