Neto: «Buffon leggenda, ma io volevo essere titolare»

neto juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Norberto Neto ha rilasciato una lunga intervista ad As da neo-portiere del Valencia: «Ho firmato alla Juve per essere titolare»

Neto è carico per la nuova avventura in Liga con la maglia del Valencia, l’unica società che ha voluto fortemente. Rifiutata infatti la proposta economica, anche più vantaggiosa, del Watford. Le sue prime dichiarazione da neo portiere dei Murcielagos le ha rilasciate al quotidiano spagnolo As, non tralasciando il suo passato recente in bianconero.

«Quando ho firmato con la Juve la mia intenzione era quella di essere titolare» spiega Neto. «Come adesso qui a Valencia. Volevo competere per quell’obiettivo. La verità è che ho sempre cercato di ritagliarmi il mio spazio, ma alla Juve ho giocato poco. Perchè lì c’era Buffon».

«In una società come quella bianconera si impara qualcosa ogni giorno. Ho lavorato con persone molto professionali, al top nel loro ruolo. Buffon è una leggenda. Ha una personalità incredibile e soprattutto è una grande persona: non ha mai perso il rispetto per i compagni e per i rivali».

«Se ho parlato con Zaza (compagno di squadra al Valencia, ndr)? Con Simone sono amico, abbiamo condiviso alla Juve momenti fantastici come la vittoria della Supercoppa, Campionato e Coppa Italia. E’ un bravo ragazzo però non ho parlato con lui, è stato tutto molto rapido. Il salto dall’Italia alla Spagna? Non lo vedo, è stato molto più dura passare dal Brasile in Europa. Qua il livello è molto alto dappertutto».

 

Condividi
Articolo precedente
alvaro morataAlex Sandro blindato, ci pensa… Morata
Prossimo articolo
keitaKeita, stuzzicato dai tifosi: «Tranquilli non mi vuole nessuno»