Piazza San Carlo, indagato Montagnese per i danni procurati

piazza san carlo torino giugno 2017
© foto Massimo Pinca

Disordini in Piazza San Carlo del 3 giugno: indagato il presidente di Torino Turismo Maurizio Montagnese per omicidio e lesioni

La partita dopo il caos di Piazza San Carlo, costato la vita ad Erika Pioletti e un bilancio di oltre 1500 feriti, non è ancora finita. Ora il Comune di Torino che attraverso la sindaca Chiara Appendino aveva «incaricato Torino Turismo quale soggetto organizzatore della manifestazione» si ritrova per un momento da parte. La Procura ha infatti messo sotto indagine proprio Torino Turismo nella persona del suo massimo rappresentante, il presidente Maurizio Montagnese.

La folla impazzita di Piazza San Carlo per un falso allarme bomba rientrerebbe sotto la responsabilità dell’ente organizzatore che non ha garantito gli standard di sicurezza. Ora il presidente Montagnese dovrà presentarsi davanti ai magistrati titolari dell’inchiesta Antonio Rinaudo e Vincenzo Papileo, ma non più come semplice testimone.

Dopo di lui saranno indagati altri funzionari. Le indagini, dopo la prima fase di raccolta testimonianze, sembrano essere ora entrate nel vivo per capire a chi attribuire le varie responsabilità. Sotto la lente di ingrandimento le misure di prevenzione e di sicurezza, stabilite dalla normativa, che non sono state rispettate. Per quanto riguarda invece la causa scatenante di tutto quanto ad oggi non si ha ancora una risposta definita.

Condividi
Articolo precedente
darmianDarmian, il Manchester vuole l’offerta giusta
Prossimo articolo
alex-sandroAlex Sandro non si vende, il web si schiera